> 
 > 
Cromatografia a fluido supercritico

Cromatografia a fluido supercritico (SFC)


AMBITI

APPLICAZIONI

La SFC è spesso utilizzata per analizzare concentrazioni ridotte di componenti e molecole a elevato peso molecolare. È comunemente usata nell'analisi di farmaci, così come nell'analisi di alimenti, esplosivi, petrolio, polimeri e propellenti.

La cromatografia SFC è simile alla gascromatografia e alla cromatografia liquida, ma utilizza anidride carbonica come fase mobile, in modo che la traiettoria del flusso sia altamente pressurizzata. Fondamentale per la SFC è la purezza della CO2 poiché viene spesso utilizzata per analizzare concentrazioni ridotte di composti.

La cromatografia SFC può utilizzare diversi metodi di rilevamento, inclusi rivelatore a ionizzazione di fiamma, rivelatore a fiamma fotometrica, rivelatore a cattura di elettroni e spettrometro di massa: la scelta del corretto gas di rilevamento è quindi un fattore molto importante.

La nostra gamma di gas a purezza ultraelevata 4LABS assicura il gas ottimale per le tue esigenze. Inoltre, la scelta della tipologia di materiali da utilizzare assieme per l’erogazione del gas garantisce dei vantaggi anche sui risultati analitici. La nostra gamma include regolatori di pressione di alta qualità, collettori, valvole e sistemi di spurgo che saranno d'aiuto per garantire un corretto funzionamento e accuratezza delle analisi.

Siamo a completa disposizione per fornire ulteriori consigli sul grado di purezza corretto per ogni esigenza!

GAS

Anidride carbonica 5.0

I minimi livelli di impurità contenuti nell'anidride carbonica liquida ultra pura la rendono ideale per la cromatografia a fluido supercritico.


DOWNLOAD


Diossido di Carbonio scheda.pdf

vuoi saperne di più sull’argomento?
Laboratori di analisi


© 2015 SAPIO Produzione Idrogeno Ossigeno Srl P.I.v.a: 10803700151